MARZOTTO VENTURE ACCELERATOR S.r.l.

e

UNIVERSITÀ CAMPUS BIO-MEDICO DI ROMA

Call for Projects

“CIRCULAR 4 RECOVERY”

Progetti imprenditoriali per lo sviluppo di tecnologie, soluzioni e servizi innovativi a supporto della transizione circolare e del rilancio dell’economia

Regolamento

 

Scenario

Il paradigma economico lineare «take-make-dispose» si basa sul presupposto infondato di una disponibilità pressoché illimitata di risorse. Le condizioni di salute del pianeta ci mostrano, invece, evidenze diverse e preoccupanti: nei prossimi quarant’anni il consumo complessivo dei materiali come la biomassa, i combustibili fossili, i metalli e i minerali raddoppierà (OCSE, 2018) e, parallelamente, la produzione annuale di rifiuti aumenterà del 70 % entro il 2050 (Banca Mondiale, 2018). Per altro verso, l’estrazione e la trasformazione delle risorse sono all’origine della metà delle emissioni totali di gas a effetto serra e di oltre il 90 % della perdita di biodiversità e dello stress idrico (Commissione europea, 2020).

Le iniziative a sostegno dell’efficienza da sole possono ritardare la crisi di questo modello economico, ma non sono sufficienti a risolvere i problemi dati dalla natura finita degli stock e dagli impatti ambientali, economici e sociali di un uso incontrollato delle risorse.

La necessaria transizione verso un nuovo paradigma economico circolare, basato sulla chiusura dei cicli, l’eliminazione dei rifiuti e l’utilizzo esclusivo di fonti energetiche rinnovabili e distribuite, materie prime rinnovabili e materie prime seconde, ci mette di fronte a sfide tecnologiche e sociali inedite, imponendo sensibili cambiamenti ai processi produttivi (limitazione dell’apporto di materia ed energia in ingresso, riduzione di scarti e perdite, diversi criteri di selezione dei materiali, riprogettazione dei prodotti, nuove tecnologie di recupero e riciclo) e il radicale ripensamento dei modelli di consumo e business.

L’Europa è in prima linea in questa transizione globale verso un’economia circolare e a basse emissioni di carbonio, considerata un elemento imprescindibile della nuova strategia industriale dell’UE, capace di rendere più sostenibile e competitivo il sistema produttivo europeo e di generare nuova occupazione:

  • si stima che l’applicazione dei principi dell’economia circolare possa creare nel territorio UE circa 700.000 nuovi posti di lavoro entro il 2030
  • i modelli a ciclo chiuso possono incrementare la redditività delle imprese manifatturiere dell’UE, che destinano in media circa il 40 % della propria spesa all’acquisto di materiali, e proteggerli dalle fluttuazioni dei prezzi delle risorse
  • attraverso la leva del mercato unico e il potenziale delle tecnologie digitali, l’economia circolare può rafforzare la base industriale dell’UE e favorire la collaborazione tra le imprese e la creazione di nuove imprese 
  • i modelli innovativi basati sull’economia collaborativa e della partecipazione e supportati dalle tecnologie digitali (Internet delle cose, i big data, la blockchain e l’intelligenza artificiale) sono destinati a accelerare la circolarità e la dematerializzazione dell’economia, consentendo di ridurre la dipendenza dalle materie prime.

In questa direzione, lo scorso marzo la Commissione europea ha adottato un nuovo Piano d’azione per l’Economia Circolare, uno dei blocchi principali dello European Green Deal, la nuova agenda per la crescita sostenibile che ridisegna l’impegno dell’UE su clima e ambiente per il prossimo trentennio – anche attraverso l’obiettivo di rendere l’industria europea leader mondiale nel campo delle tecnologie e dei prodotti puliti – e che è parte integrante della strategia europea per attuare l’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Questa tendenza strategica di lungo periodo ha incrociato, dopo la pandemia di COVID-19, le misure straordinarie di stimolo alla ripresa adottate attraverso il bilancio a lungo termine dell’UE e l’iniziativa NextGenerationEU, che per l’Europa e l’Italia rappresentano un’occasione irripetibile per rilanciare gli investimenti e attuare importanti riforme, all’interno di un disegno di transizione verso un’economia più sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale.

Per far fronte alle esigenze di rilancio dell’economia nazionale, l’Italia si appresta a varare tra qualche mese il suo Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che, in accordo con gli indirizzi della Commissione europea, dovrà contribuire agli obiettivi di transizione ambientale e digitale, innovazione, competitività, resilienza e sostenibilità sociale.

Nell’ambito di questa missione, l’Italia punterà a favorire il raggiungimento dei target del Green Deal Europeo, attraverso un ampio programma di investimenti finalizzati, tra le altre cose, alla riconversione delle imprese verso modelli di produzione sostenibile e circolare, allo sviluppo della bioeconomia e dell’agricoltura “intelligente”, alla produzione di nuovi materiali ecocompatibili, alla de-carbonizzazione del settore energetico attraverso il potenziamento delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, alla graduale de-carbonizzazione dei trasporti e allo sviluppo della mobilità elettrica, alla gestione sempre più efficiente ed innovativa del ciclo integrato delle acque e dei rifiuti.

 

Organizzatori

Marzotto Venture Accelerator S.r.l. (nel seguito, “MVA”) svolge attività di incubazione/accelerazione e di venture capital, finalizzate a sostenere iniziative imprenditoriali ad alto contenuto di innovazione tecnologica. Collabora con partner d’eccellenza, mettendo a disposizione delle imprese incubate e/o accelerate il proprio network industriale e commerciale e le potenziali sinergie con i business di una delle più grandi ed antiche famiglie di imprenditori italiani, impegnata da tempo sui temi della sostenibilità ambientale e sociale. Opera come agenzia di innovazione e trasferimento tecnologico, promuovendo un vasto ecosistema di innovazione aperta focalizzato sulle aree tematiche “Circular Economy”, “Smart Cities & Communities” e “Healthcare 4.0”.

Università Campus Bio-Medico di Roma (nel seguito, “UCBM”) promuove strutture integrate d’insegnamento e ricerca, perseguendo la missione di porre la scienza a servizio dell’uomo e di uno sviluppo etico e sostenibile. Offre allo studente un’esperienza formativa finalizzata alla sua crescita culturale, professionale e umana, proponendo l’acquisizione di competenze in spirito di servizio. Nell’ambito delle sue attività di Terza Missione favorisce la valorizzazione dei risultati della ricerca scientifica, il trasferimento tecnologico e l’innovazione, supportando i processi di validazione e sviluppo tecnologico delle imprese. Promuove il sapere, l’interdisciplinarietà delle scienze e la ricerca in tutti gli ambiti che concorrono al bene globale della persona.

 

Obiettivi 

MVA e UCBM (nel seguito, “Organizzatori”) con la presente Call for Projects “CIRCULAR 4 RECOVERY” (nel seguito, “Call”) si propongono l’obiettivo di contribuire alla transizione circolare e al rilancio del sistema produttivo nazionale, selezionando, premiando e supportando progetti imprenditoriali orientati allo sviluppo di tecnologie, soluzioni digitali e servizi innovativi e a basso impatto ambientale e sociale nelle seguenti Key Focus Areas dell’Economia Circolare:

  1. CIRCULAR BIOECONOMY
  2. CIRCULAR WATER ECONOMY
  3. CIRCULAR ENERGY ECONOMY
  4. NEW CIRCULAR LIFE CYCLES
  5. CIRCULAR CITY & LAND.

Per ciascuna Key Focus Area, la Call propone una serie di Challenge generali ed alcune Challenge più circoscritte, individuate in relazione a specifici interessi e fabbisogni di innovazione delle Corporate Partner che supportano l’iniziativa.

Elemento distintivo della presente Call e, più in generale, del modello di pre-accelerazione e accelerazione proposto da MVA è il ruolo delle Corporate Partner, che possono intervenire attivamente in tutte le fasi/attività previste dai programmi di supporto alle imprese innovative selezionate, fornendo servizi, competenze, attrezzature, opportunità di sbocco sul mercato e capitali di investimento, in accordo con le migliori esperienze di Open Innovation.

Le Challenge proposte per le 5 Key Focus Areas intercettano diversi degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dei relativi sotto-obiettivi/target, come di seguito sinteticamente evidenziato:

1. CIRCULAR BIOECONOMY – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile afferenti: SDG 2 Sconfiggere la fame; SDG 8 Lavoro dignitoso e crescita economica; SDG 9 Imprese, innovazione e infrastrutture; SDG 12 Consumo e produzione responsabili; SDG 13 Lotta contro il cambiamento climatico.

2. CIRCULAR WATER ECONOMY – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile afferenti: SDG 6 Acqua pulita e servizi igienico-sanitari; SDG 8 Lavoro dignitoso e crescita economica; SDG 9 Imprese, innovazione e infrastrutture; SDG 12 Consumo e produzione responsabili; SDG 13 Lotta contro il cambiamento climatico.

3. CIRCULAR ENERGY ECONOMY – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile afferenti: SDG 7 Energia pulita e accessibile; SDG 8 Lavoro dignitoso e crescita economica; SDG 9 Imprese, innovazione e infrastrutture; SDG 12 Consumo e produzione responsabili; SDG 13 Lotta contro il cambiamento climatico.

4. NEW CIRCULAR LIFE CYCLES – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile afferenti: SDG 8 Lavoro dignitoso e crescita economica; SDG 9 Imprese, innovazione e infrastrutture; SDG 12 Consumo e produzione responsabili; SDG 13 Lotta contro il cambiamento climatico.

5. CIRCULAR CITY & LAND – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile afferenti: SDG 11 Città e comunità sostenibili; SDG 8 Lavoro dignitoso e crescita economica; SDG 9 Imprese, innovazione e infrastrutture; SDG 12 Consumo e produzione responsabili; SDG 13 Lotta contro il cambiamento climatico.

 

Sfide

Per ciascuna delle Key Focus Areas sopra identificate, la Call propone una serie di Challenge generali e alcune Challenge più circoscritte, individuate in relazione a specifici interessi e fabbisogni di innovazione delle Corporate Partner che supportano l’iniziativa.

I Partecipanti possono proporre progetti coerenti con le Challenge generali o con i temi evidenziati nelle Challenge specifiche, selezionando il relativo Codice in fase di compilazione del form di registrazione (cfr. successivo paragrafo “Registrazione e deliverable di Progetto”).

1. CIRCULAR BIOECONOMY

Challenge 1.1

  • Estrazione e recupero di sostanze bioattive e altre materie prime seconde dagli scarti delle produzioni agro-alimentari, effluenti zootecnici, effluenti dell’agro-industria, digestati in uscita da impianti biogas. [Codice CB.1.1]

Challenge specifiche:

  • 1.1.1 Tecnologie e sistemi per la gestione, il trattamento e la valorizzazione energetica e produttiva dei reflui zootecnici (ad esempio, sistemi per l’eliminazione di agenti patogeni e sementi di malerbe), per la riduzione e il riutilizzo delle emissioni climalteranti nel settore zootecnico. [Codice CB.1.1.1]
  • 1.1.2 Tecnologie e processi per la valorizzazione degli scarti di produzione primaria a fini energetici e produttivi (cosmeceutica, industria alimentare, settore delle bioplastiche, ecc.).  [Codice CB.1.1.2]
  • 1.1.3 Tecnologie e sistemi avanzati (ad esempio, blockchain) per la gestione virtuosa ed efficiente degli scambi tra produttori ed utilizzatori degli scarti delle filiere agricole, in particolare per la tracciabilità di filiera e il tracciamento incrociato di scarto e materia prima vergine, allo scopo di garantire la qualità del prodotto di estrazione per consumo umano (alimentare, cosmeceutico). [Codice CB.1.1.3]

Challenge 1.2

  • Transizione verso nuovi modelli di agricoltura sostenibile e rigenerativa, supportati da sistemi di agricoltura digitale/di precisione e orientati a obiettivi di gestione ottimizzata delle risorse naturali ed energetiche, riduzione delle emissioni climalteranti, preservazione dei suoli agricoli, rivitalizzazione di antiche colture, sicurezza e salute alimentare. [Codice CB.1.2]

Challenge specifiche:

  • 1.2.1 Sistemi di supporto e facilitazione dell’implementazione e gestione di filiere alimentari, al fine di assicurare disponibilità ed utilizzo del prodotto agricolo; previsione delle produzioni a livello nazionale/internazionale e dell’andamento della borsa merci (riconoscimento delle colture da remote sensing, previsioni di resa da remote sensing, modelli predittivi dell’andamento delle produzioni e del mercato); DSS per la generazione di scenari costi/ricavi per la scelta di colture e metodi di coltivazione da adottare. [Codice CB.1.2.1]
  • 1.2.2 Tecnologie e sistemi a supporto della tracciabilità delle operazioni agronomiche, del miglioramento delle fasi dei processi produttivi più impattanti sull’ambiente (anche attraverso sistemi di analisi dei risultati del Life Cycle Assessment) e del controllo del rispetto di normative/disciplinari di produzione. [Codice CB.1.2.2]
  • 1.2.3 Sistemi per la facilitazione della raccolta e registrazione automatica dei dati utili per i bilanci di sostenibilità e per l’elaborazione di indici di impatto ambientale nel settore agricolo. [Codice CB.1.2.3]
  • 1.2.4 DSS, software e tecnologie a supporto della gestione sitospecifica dei campi, allo scopo di ottimizzare la conduzione aziendale, risparmiare energia e input agronomici, ottenere prodotti con particolari caratteristiche nutrizionali: analisi della variabilità dei terreni, identificazione di colture più idonee ai terreni, definizione di densità di semina e piani di concimazioni ottimali a rateo variabile, supporto all’irrigazione (tempi e quantitativi), previsione di rischio attacco patogeni e periodi ottimali per il trattamento delle infestanti, riconoscimento automatico delle fitopatie, trattamento fitosanitario e malerbe a rateo variabile, utilizzo innovativo dei droni in agricoltura. [Codice CB.1.2.4]
  • 1.2.5 Tecnologie e sistemi per il benessere animale ed il controllo del loro stato di salute. [Codice CB.1.2.5]

2. CIRCULAR WATER ECONOMY

Challenge 2.1

  • Riutilizzo di acque reflue municipali/industriali, tecniche di sequestro di inquinanti idrici, recupero di nutrienti e altre materie prime seconde da fanghi e percolati di discarica. [Codice CW.2.1]

Challenge specifiche:

  • 2.1.1 Tecnologie e design di sistemi chimico-fisici per il sequestro selettivo di microinquinanti organici e inorganici (ad es. microplastiche) nel trattamento dei terziari reflui civili. [Codice CW.2.1.1]
  • 2.1.2 Sviluppo di processi di cracking termico e catalitico (gassificazione e pirolisi) ultracompatti per la riduzione del volume dei fanghi di depurazione e recupero di sostanze pregiate. [Codice CW.2.1.2]

Challenge 2.2

  • Gestione “smart” delle reti idriche e reflue in ottica di digitalizzazione, automazione e efficientamento dei processi (ad esempio: monitoraggio in tempo reale dei consumi, monitoraggio delle condotte, rilevamento delle perdite, raccolta e gestione di big data, previsioni sul funzionamento delle reti, manutenzione predittiva, realtà aumentata e Digital Twins, ecc.). [Codice CW.2.2]

3. CIRCULAR ENERGY ECONOMY

Challenge 3.1

  • Sviluppo di tecnologie, soluzioni digitali, processi innovativi e sostenibili per la produzione di energia da fonti rinnovabili, idrogeno verde, energia da materie prime seconde, bioenergia da materie prime rinnovabili e materie prime seconde, per il recupero termico e l’energy storage (elettro-chimico, termico, ibrido, power-to-gas), per la cattura, lo stoccaggio e il riutilizzo della CO2. [Codice CE.3.1]

Challenge specifiche:

  • 3.1.1 Nuove tecnologie per il sequestro ed il riutilizzo di CO2 derivante da processi di digestione aerobica (compostaggio) ed anaerobica (produzione biogas). [Codice CE.3.1.1]
  • 3.1.2 Sviluppo di processi innovativi di cattura e riutilizzo dell’Idrogeno e della CO2 derivanti da processi di upgrading del biogas. [Codice CE.3.1.2]

Challenge 3.2

  • Sviluppo di tecnologie, soluzioni digitali, processi innovativi e sostenibili di circular design, remanufacturing, disassemblaggio, riuso, recupero, riciclo, utilizzo di materiali circolari e eco-compatibili nella filiera energetica (batterie, moduli fotovoltaici, pale eoliche, colonnine auto elettriche, smart meter, batterie, rete elettrica). [Codice CE.3.2]

Challenge 3.3

  • Tecnologie, metodologie, applicazioni e dispositivi per la gestione intelligente dell’energia, l’ottimizzazione delle risorse energetiche, la sicurezza e resilienza della rete, a supporto in particolare della generazione distribuita e delle comunità energetiche (ad esempio, smart grid e microgrid, sistemi di smart metering, sistemi di monitoraggio, controllo e automazione, sistemi di supervisione, sistemi di gestione della distribuzione, sensori e attuatori intelligenti, applicazioni di protezione/sicurezza, metodologie e algoritmi di previsione dei consumi e della produzione, metodologie e algoritmi di ottimizzazione, ecc.). [Codice CE.3.3]

4. NEW CIRCULAR LIFE CYCLES

Challenge 4.1

  • Tecnologie, soluzioni digitali, processi innovativi e sostenibili di raccolta, separazione, selezione, riciclaggio di materie plastiche, creazione di nuove materie plastiche riciclabili e “circolari”, riutilizzo di materie plastiche riciclate e smaltimento/ valorizzazione di materie plastiche miste non riciclabili. [Codice NC.4.1]

Challenge specifiche:

  • 4.1.1 Riciclo dei materiali plastici dei dispositivi di protezione individuale utilizzati sui luoghi di lavoro a protezione del capo (caschi antinfortunistici, elmetti da lavoro, caschi di protezione). [Codice NC.4.1.1]
  • 4.1.2 Riciclo dei materiali di mascherine chirurgiche e filtranti facciali (FFP1, FFP2, FFP3). [Codice NC.4.1.2]

Challenge 4.2

  • Tecnologie, soluzioni digitali, processi innovativi e sostenibili di raccolta, smistamento, smontaggio, selezione, circular design, remanufacturing, riciclo e recupero di componenti e materiali da rifiuti generati da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). [Codice NC.4.2]

5. CIRCULAR CITY & LAND

Challenge 5.1

  • Sviluppo di tecnologie, soluzioni digitali, approcci e processi innovativi a supporto di modelli integrati e circolari per la gestione in ambito urbano dei flussi di materiali, la mobilità sostenibile, i sistemi energetici, le aree edificate a destinazione residenziale e produttiva. [Codice CC.5.1]

Challenge specifiche

  • 5.1.1 Sistemi sostenibili e intelligenti di mobilità intermodale in ambito urbano, a supporto della gestione ottimizzata di una forza lavoro distribuita sul territorio, più libera nell’organizzazione del proprio tempo e nella scelta del luogo di lavoro, in accordo con i nuovi modelli di “Smart Working” e “Phygital Enterprise”. [Codice CC.5.1.1]
  • 5.1.2 Soluzioni innovative per migliorare la circolarità degli edifici in termini di utilizzo dei materiali e delle risorse energetiche. [Codice CC.5.1.2]
  • 5.1.3 Soluzioni innovative di utilizzo delle infrastrutture (in particolare, reti elettriche, illuminazione pubblica, telecomunicazioni) come piattaforme abilitatrici per lo sviluppo di modelli integrati di circolarità nei vari ambiti urbani (residenziali e produttivi). [Codice CC.5.1.3]

Challenge 5.2

  • Riconversione e valorizzazione in chiave sostenibile e circolare delle filiere agro-alimentare, turistica, dell’artigianato e della piccola industria nelle aree rurali e interne. [Codice CC.5.2]

Challenge specifiche

  • 5.2.1 Modelli innovativi di bioraffineria basati sull’integrazione di scarti di filiere specifiche con caratteristiche simili in grado di garantire la massima valorizzazione economica degli scarti e la riduzione degli impatti ambientali, a supporto del funzionamento dei biodistretti. [Codice CC.5.2.1]

 

Progetti eleggibili

Possono partecipare alla Call, candidando propri Progetti:

  • Team non ancora costituiti in società e composti da persone fisiche che abbiano compiuto il diciottesimo anno
  • Spin-off di ricerca
  • Start-up innovative
  • PMI innovative
  • Altre tipologie di imprese già operanti sul mercato ma con progetti innovativi nell’area di interesse, potenzialmente suscettibili di spin-off.

I soggetti come sopra descritti sono definiti nel seguito, collettivamente, i “Partecipanti” o, singolarmente, il “Partecipante” ai sensi del presente Regolamento.

Il livello minimo di TRL richiesto per la eleggibilità dei Progetti è pari a 4.

Sulla base del TRL di partenza e di una valutazione dei tempi stimati necessari per arrivare al mercato, i Progetti eleggibili selezionati attraverso una procedura di valutazione accedono a Premi e Programmi di Pre-accelerazione e Accelerazione, di seguito dettagliati.

 

Registrazione e deliverable di progetto

Ogni Partecipante dovrà compilare entro e non oltre il 31 gennaio 2021 l’apposito form di registrazione, presente sul sito web di MVA (marzottoventure.com) e accessibile anche dalla piattaforma Open Innovability (openinnovability.enel.com), nella pagina dedicata https://openinnovability.enel.com/projects/Call-for-projects-circular4recovery.

Non saranno accettate candidature pervenute attraverso differenti modalità.

Ogni Partecipante, anche nel caso di Progetto proposto da un Team, dovrà indicare un referente principale.

Nella sezione “Descrizione del Progetto” potranno essere illustrati i seguenti punti principali:

  • Company Idea (business overview del Progetto)
  • Key People (bio, ruoli e competenze del Team)
  • Business Strategy (modello di business e strategia di go-to-market)
  • Technology (tecnologia utilizzata con indicazione di eventuali brevetti)
  • Market & Positioning (mercato target di riferimento, scenario competitivo e posizionamento rispetto ai competitors)
  • Key Financials (risultati economici prospettici attesi in termini di fatturato, costi ed investimenti)
  • Technology Roadmap & Business Upside (roadmap di sviluppo tecnologico e di business futuri del Progetto con indicazione delle principali milestone) 

Sarà necessario, inoltre, allegare in formato PDF:

  • un Pitch che sviluppa i diversi punti elencati per la sezione “Descrizione del Progetto”.

È, infine, facoltà del Partecipante allegare:

  • un Business Plan in formato PDF
  • ulteriore documentazione integrativa ritenuta utile a completare e rafforzare la proposta (ad esempio, eventuali brevetti, allegati tecnici descrittivi della tecnologia e della relativa proprietà intellettuale).

Tutti gli elaborati presentati potranno essere redatti in italiano oppure in inglese.

 

Premi e servizi offerti

Premi

A valle della procedura di valutazione dei Progetti presentati, saranno selezionati 20 (venti) Progetti vincitori, distribuiti tra le 5 Key Focus Areas individuate dalla Call, che parteciperanno a un Programma di Pre-Accelerazione, della durata di massimo 12 settimane.

A conclusione della fase di pre-accelerazione, saranno selezionati fino a 10 (dieci) Progetti, che accederanno ad un successivo Programma di Accelerazione, della durata compresa tra 12 e 24 settimane.

I Premi assegnati ai Progetti vincitori verranno differenziati in ragione degli specifici fabbisogni dei Progetti e del loro livello di maturità e prossimità al mercato.

Con riferimento al Programma di Pre-Accelerazione, i Premi saranno assegnati sotto forma di:

  • crediti per ciascun Progetto selezionato – fino a un massimo di 25.000 euro – spendibili per l’utilizzo di servizi tecnologici e di empowerment imprenditoriale, erogati dagli Organizzatori e dal network delle Corporate Partner, nei limiti di un plafond massimo complessivo per tutti i Progetti vincitori pari ad a Euro 500.000,00;
  • spazi fisici dedicati nei Business Center di Phygiwork S.p.A. situati nel territorio del Comune di Roma.

Con riferimento al Programma di Accelerazione, i Premi saranno assegnati sotto forma di:

  • crediti per ciascun Progetto selezionato – fino a un massimo di 70.000 euro – spendibili per l’utilizzo di servizi tecnologici e di empowerment imprenditoriale, erogati dagli Organizzatori e dalle Corporate Partner interessate, nei limiti di un plafond massimo complessivo per tutti i Progetti ammessi alla fase di accelerazione pari ad a Euro 700.000,00;
  • equity, quasiequity, forme di garanzia e co-garanzia su debiti a medio-lungo termine, da utilizzare in co-investimento con risorse di terzi, nei limiti di un plafond massimo complessivo messo a disposizione da MVA e dalle Corporate Partner interessate, pari a Euro 10.000.000,00;
  • spazi fisici dedicati nei Business Center di Phygiwork S.p.A. situati nel territorio del Comune di Roma.

Servizi del Programma di Pre-Accelerazione

I servizi erogati nell’ambito dei Programmi di Pre-Accelerazione, attraverso l’intervento e il supporto degli Organizzatori e delle Corporate Partner interessate a singoli Progetti, saranno i seguenti:

  • Technology Validation

Verifica pre-competitiva delle tecnologie proposte dall’impresa, individuazione dei trend di innovazione, scouting e selezione delle tecnologie esistenti, analisi tecnico-comparativa anche in relazione al portafoglio tecnologico delle Corporate Partner interessate, protezione della intellectual property.

  • Market Assessment

Iniziale definizione del posizionamento competitivo, finalizzata ad individuare eventuali opportunità di sviluppo, anche in ulteriori segmenti di mercato e/o attraverso nuove soluzioni di business.

  • Competence Assessment

Analisi approfondita delle competenze imprenditoriali possedute dall’impresa, finalizzata alla costruzione di percorsi taylor made di entrepreneurship training.

  • Basic Entrepreneurship Training

Programma di formazione manageriale di base, strutturato in funzione delle specifiche esigenze dell’impresa e finalizzato allo sviluppo di competenze imprenditoriali (value proposition e business model design; market e positioning; elementi di marketing, organization, finance, operation e supply chain management; pitching; modelli societari e normativa per startup e pmi innovative; elementi di project management; comunicazione efficace e networking; problem solving; decision making).

  • Supply Chain Network

Primo scouting di opportunità commerciali e/o di partnership con clienti e fornitori messi a disposizione da MVA e dalle Corporate Partner interessate.

  • Funding Searching

Ricerca di opportunità legate ad agevolazioni pubbliche e progetti finanziati di terzi, anche a ulteriore rafforzamento delle attività di sviluppo e accelerazione.

  • Office Space

Uffici e spazi esclusivi dedicati, inseriti in un contesto che facilita la condivisione delle competenze e la diffusione del know-how.

Servizi del Programma di Accelerazione

I servizi erogati nell’ambito dei Programmi di Accelerazione, attraverso l’intervento e il supporto degli Organizzatori e delle Corporate Partner interessate a singoli Progetti, saranno i seguenti:

  • General Mentoring

Assistenza di advisor esperti, selezionati in base al settore o alla tecnologia dell’impresa, con l’obiettivo di definire e implementare un modello di business vincente.

  • Skilled Mentoring

Supporto di top manager, per migliorare il posizionamento strategico del business ed individuare le modalità più efficaci di scalabilità e penetrabilità di mercato.

  • Business Development

Assistenza per lo sviluppo dei canali di vendita e per il design dell’offerta di prodotto tramite esperti di marketing e commerciali.

  • Expert Review

Affiancamento di executive in logica di assistenza tailor made al management, in relazione alle esigenze ed allo stadio di sviluppo dell’azienda, anche attraverso formule di business coaching.

  • Temporary Management

Affiancamento di executive con vasta esperienza e advisor specializzati, a supporto delle funzioni chiave dell’organizzazione per migliorare l’efficacia dei processi aziendali ed agevolare il trasferimento di know-how.

  • Advanced Entrepreneurship Training

Programma di formazione manageriale avanzato, strutturato in funzione delle specifiche esigenze dell’impresa e finalizzato al consolidamento di competenze imprenditoriali (business planning e development; business modelling; digital business models; gestione finanziaria e amministrativa; misurazione e controllo delle prestazioni; proprietà intellettuale e brevetti; project management; innovation design; design thinking e user centred design; teamworking e teambuilding; leadership, motivazione ed empowerment; sostenibilità e etica imprenditoriale).

  • Open Technology

Supporto dei processi di innovazione tecnologica attraverso l’utilizzo di tecnologie rese disponibili dal portafoglio delle Corporate Partner interessate.

  • Business Launch

Assistenza per il testing di prodotti e servizi, finalizzata all’avvio della fase commerciale di proposizione al mercato.

  • Large Scale Demonstrator Opportunity

Supporto al testing dei prodotti e servizi su larga scala attraverso le Corporate Partner interessate.

  • Supply Chain Network

Sostegno alle partnership con clienti e fornitori messi a disposizione da MVA e dalle Corporate Partner interessate.

  • Equity, Debt, Guarantee

Supporto finanziario attraverso l’intervento di MVA e di terzi in coinvestimento a copertura del fabbisogno di fondi, anche attraverso prestazione di co-garanzia diretta a valere sulla facility del Fondo Centrale di Garanzia.

  • Spin-Off aziendali

Sostegno alla societarizzazione di business attraverso la partecipazione nel capitale di “newco” appositamente costituite per valorizzarne e sostenerne lo sviluppo.

  • Funding Searching

Ricerca di opportunità legate ad agevolazioni pubbliche e progetti finanziati di terzi, anche a ulteriore rafforzamento delle attività di sviluppo e accelerazione.

  • Office Space

Uffici e spazi esclusivi dedicati, inseriti in un contesto che facilita la condivisione delle competenze e la diffusione del know-how.

L’effettiva composizione del portafoglio di servizi erogati – tra quelli sopra indicati – nei Programmi di Pre-Accelerazione e Accelerazione verrà stabilita sulla base delle esigenze specifiche di ciascuno dei Progetti vincitori, come identificate dal Team di Accelerazione, anche in accordo con le Corporate Partner interessate.

 

Procedura di valutazione

Entro 60 giorni dal termine di scadenza della Call, il Team di Accelerazione di MVA:

  • verificherà l’eleggibilità dei Progetti presentati (requisiti soggettivi di partecipazione, livello minimo di maturità progettuale con TRL 4), escludendo quelli ineleggibili;
  • effettuerà approfondimenti sulle potenzialità di mercato dei Progetti presentati e procederà ad una pre-selezione, anche coinvolgendo UCBM e le Corporate Partner interessate alle tematiche di riferimento.

Entro i 60 giorni successivi alla chiusura della fase di pre-selezione, i Progetti ammessi saranno esaminati dal Team di Accelerazione, integrato nella sua composizione da executive degli Organizzatori, advisor ed esperti, individuati dagli Organizzatori anche all’interno delle rispettive strutture.

In ragione delle tematiche e dei contenuti progettuali, inoltre, saranno coinvolte in questa fase anche le Corporate Partner, al fine di acquisire valutazioni e eventuali manifestazioni di interesse sui Progetti in valutazione.

Ai Partecipanti potrà essere richiesto di fornire ulteriore materiale di approfondimento sui rispettivi Progetti e di incontrare il Team di Accelerazione, integrato eventualmente nella sua composizione dai rappresentanti delle Corporate Partner interessate, in incontri one-to-one (realizzati con tecnologie di teleconference), al fine di approfondire le potenzialità dei Progetti.

Ferma restando la piena autonomia decisionale del Team di Accelerazione nella scelta dei Progetti vincitori, vengono qui di seguito individuati, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo, alcuni dei principali criteri che saranno tenuti in considerazione nella valutazione dei Progetti:

  • coerenza rispetto agli obiettivi della Call
  • qualità e competenze del team imprenditoriale
  • grado di innovazione
  • fattibilità tecnico-economica.

Al termine delle attività di approfondimento, il Team di Accelerazione individuerà, in totale autonomia e a proprio insindacabile giudizio, 20 (venti) Progetti vincitori da inserire nel Programma di Pre-Accelerazione, che avrà una durata massima di 12 settimane.

Al termine del Programma di Pre-Accelerazione, il Team di Accelerazione, d’intesa con le Corporate Partner interessate, deciderà l’eventuale ammissione dei Progetti, sino ad un numero di 10 (dieci), al Programma di Accelerazione, di durata variabile compresa tra 12-24 settimane.

I servizi erogati alle imprese selezionate per la partecipazione ai Programmi di Pre-Accelerazione e Accelerazione verranno scelti – nell’ambito del portafoglio di cui al precedente paragrafo “Premi e servizi offerti” – sulla base delle esigenze specifiche di ciascuno dei Progetti vincitori, come identificate dal Team di Accelerazione, anche in accordo con le Corporate Partner interessate.

 

Accesso ai Programmi

L’accesso al Programma di Pre-Accelerazione è condizionato ai seguenti adempimenti da parte del soggetto Partecipante, per il tramite del legale rappresentante (nel caso di società già costituita) o di una o più persone fisiche (nel caso di Partecipante non ancora costituito in società):

  • sottoscrizione della documentazione contrattuale proposta da MVA ed, eventualmente, anche dalle Corporate Partner interessate allo sviluppo del Progetto;
  • entro 30 (trenta) giorni dalla presentazione da parte di MVA della proposta contrattuale di cui al punto precedente, costituzione (ove non già costituita) di una società in una delle seguenti forme: i) società a responsabilità limitata; ii) società a responsabilità limitata semplificata;
  • impegno ad iscrivere la società costituenda (o costituita), secondo le dovute modalità, nella sezione speciale del Registro Imprese delle Start-up Innovative (DL 18 ottobre 2012 n. 179, convertito in legge 17 dicembre 2012 n. 221 e successive modifiche), ovvero in quello delle PMI innovative (DL 24 gennaio 2015 n.3, convertito in legge 24 marzo 2015 n.33 e successive modifiche);
  • elezione quale Unità Locale della Società costituenda o costituita di una sede indicata dagli Organizzatori, dedicata a supportare logisticamente il Progetto vincitore nell’ambito del Programma di Pre-Accelerazione.

Al termine del Programma di Pre-Accelerazione, nel caso in cui scaturisca un esito positivo a giudizio insindacabile di ciascuna delle Parti, i Progetti selezionati entrano nella fase successiva del Programma di Accelerazione, accedendo ai relativi servizi messi a disposizione dagli Organizzatori e dalle Corporate Partner interessate, ed all’eventuale investimento partecipativo, attraverso l’intervento da parte di MVA, delle Corporate Partner e/o di altri terzi in co-investimento.

Tale eventuale successiva fase di accelerazione sarà regolata da un separato accordo avente ad oggetto le ulteriori attività del Programma di Accelerazione ed il possibile coinvolgimento di soggetti terzi, anche in relazione all’ipotesi di definizione di partnership societarie, industriali e commerciali, le cui condizioni, termini e modalità verranno negoziate in buona fede tra tutte le Parti.

 

Proprietà intellettuale

La proprietà intellettuale dei Progetti è dei Partecipanti che li hanno sviluppati e presentati. Ciascun Partecipante si assume l’onere e la piena responsabilità della tutela degli aspetti inventivi e/o originali attraverso i mezzi che ritenga più idonei.

Fermo restando quanto sopra, con la presentazione della candidatura, il Partecipante autorizza gli Organizzatori a:

    • utilizzare il nome del suo referente principale, la sua denominazione sociale e la sua immagine così come il nome, l’immagine e i segni identificativi del Progetto, per finalità promozionali e pubblicitarie strettamente connesse con la Call;
    • pubblicare il Progetto e i relativi materiali su qualsiasi sito internet riconducibile agli Organizzatori, o su siti di terzi autorizzati dagli Organizzatori, ovvero in ulteriori modalità ritenute valide la promozione della Call;
    • esporre e rappresentare il Progetto e i relativi materiali in occasione di congressi, convegni, seminari o eventi analoghi per la divulgazione degli esiti della Call;
    • divulgare il Progetto e i relativi materiali a soggetti terzi, in particolare le Corporate Partner, per le attività inerenti il processo di valutazione e selezione, le attività necessarie a verificare le ipotesi di co-investimento o contributo, in qualsiasi modalità, allo sviluppo, commercializzazione e utilizzazione economica del Progetto, e, più in generale, per tutte le attività connesse con la domanda di partecipazione alla Call.

 

Tutela della privacy e confidenzialità

Ai sensi del Regolamento 2016/679/UE i dati forniti dal Partecipante alla presente iniziativa saranno trattati conformemente alle disposizioni normative in materia di protezione dei dati personali.

A tal proposito si rimanda integralmente al testo della “Informativa sui dati personali”, che forma parte integrante del presente Regolamento.

Le informazioni di natura economica, finanziaria, operativa, commerciale, amministrativa e relativa alla proprietà intellettuale fornite dai Partecipanti e concernenti i Progetti presentati, saranno considerate confidenziali e diventeranno oggetto di specifici accordi di riservatezza tra gli Organizzatori e i  soggetti terzi, in particolare le Corporate Partner, che avranno accesso alle predette informazioni per le attività inerenti il processo di valutazione e selezione, le attività necessarie a verificare le ipotesi di co-investimento o contributo, e, più in generale, per tutte le attività connesse con la domanda di partecipazione alla Call.

 

Limitazioni di responsabilità

Viste le modalità di partecipazione all’iniziativa di cui al presente Regolamento, gli Organizzatori ed Enel S.p.A., titolare della piattaforma Open Innovability (openinnovability.enel.com), non assumono alcuna responsabilità per disfunzioni tecniche, di hardware o software, interruzioni delle connessioni di rete,  indisponibilità momentanee del sistema, registrazioni di Partecipanti che per qualsiasi motivo siano fallite, non corrette, non accurate, incomplete, illeggibili, danneggiate, perse, non ricevute, ritardate, incorrettamente indirizzate o intercettate, comunicazioni elettroniche o di altro tipo che siano state ritardate, o per altri problemi tecnici connessi alla registrazione e all’upload dei contenuti nell’ambito della Call.

 

Garanzie e manleve

Ciascun Partecipante dichiara e garantisce che il Progetto:

    • è un’opera originale, di cui il Partecipante dispone dei relativi diritti di proprietà intellettuale e di sfruttamento economico;
    • non contiene alcun marchio, logo o altro elemento protetto dal diritto di proprietà industriale o diritto d’autore di titolarità di terzi, e, ove esistano diritti di terzi, il Partecipante si è previamente dotato di tutte le necessarie autorizzazioni e licenze da parte del relativo titolare;
    • non vìola altri diritti di terzi, inclusi, tra l’altro, i brevetti, i segreti industriali, diritti provenienti da contratti o licenze, diritti di pubblicità o diritti relativi alla privacy, i diritti morali o qualunque altro diritto meritevole di tutela;
    • non costituisce l’oggetto di contratto con terzi;
    • non ha alcun contenuto diffamatorio, rappresentazione, considerazione oltraggiosa o qualunque altro contenuto che potrebbe danneggiare il nome, l’onore o la reputazione degli Organizzatori e dei Partner o di qualunque altra persona o società;
    • non ha alcun contenuto di carattere pornografico o sessuale, o di carattere discriminatorio in qualsivoglia modo (incluse specificamente la discriminazione basata sulla razza, sul sesso, orientamento sessuale, sulla religione e/o credo politico di individui o gruppi), né contenuti che promuovano violenza o lesioni nei confronti di qualsiasi essere vivente o qualunque altro contenuto offensivo, osceno o inappropriato;
    • non contiene alcuna minaccia o alcun contenuto volto a intimidire, molestare, o maltrattare la vita privata di una persona fisica;
    • non costituisce una violazione delle leggi applicabili e non ha contenuti che incoraggiano comportamenti illeciti.

I Partecipanti dichiarano espressamente per sé e per i loro aventi causa di manlevare e tenere indenne integralmente gli Organizzatori e i loro Partner da qualsivoglia rivendicazione, pretesa risarcitoria o richiesta di danno avanzata da qualunque terzo, per la violazione di una delle disposizioni di cui al presente paragrafo “Garanzie e manleve”, per il termine massimo per legge consentito.

 

Condizioni generali

Gli Organizzatori si riservano il diritto di cancellare, modificare o sospendere, in tutto o in parte ed in qualsiasi momento, la Call, così come ogni suo contenuto, aspetto o criterio selettivo, o di selezionare un numero di Progetti vincitori inferiore a quello inizialmente previsto, a loro esclusiva discrezione, previa comunicazione delle modifiche sul sito web di MVA (marzottoventure.com) e sulla piattaforma Open Innovability (openinnovability.enel.com).

MVA potrà trasferire o cedere qualsiasi diritto o obbligo derivante dalla Call e/o dal presente Regolamento a qualsiasi società facente parte del loro portfolio.

Gli Organizzatori si riservano il diritto, a loro esclusiva discrezione, di squalificare qualsiasi Partecipante che:

  1. tenti di manomettere il processo di iscrizione o il funzionamento della Call;
  2. agisca in violazione del presente Regolamento, ad es. fornendo dichiarazioni ingannevoli, non partecipando alle riunioni stabilite nell’ambito del Programma di Accelerazione, ecc.;
  3. si comporti in modo inappropriato e contrario all’interesse di un sereno e corretto svolgimento della Call.

La partecipazione alla Call è gratuita e non comporta alcun vincolo o impegno di qualsiasi natura al di fuori delle condizioni disciplinate dal presente Regolamento.

I Partecipanti si impegnano ad accettare incondizionatamente qualsiasi decisione assunta dal Team di Accelerazione e dagli Organizzatori in relazione alla Procedura di valutazione dei Progetti, di cui al precedente paragrafo “Procedura di valutazione”.

In nessuna circostanza la presentazione della candidatura, la selezione ed aggiudicazione della Call e/o la sottoscrizione della documentazione contrattuale di cui al paragrafo “Procedure di accesso ai Programmi” del presente Regolamento sarà intesa o potrà essere interpretata come offerta o contratto di lavoro tra gli Organizzatori o Enel S.p.A. e il Partecipante.

In nessun caso, la Call e il relativo Regolamento possono essere intesi e/o interpretati come un’offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 c.c.

 

Veridicità delle informazioni

I Partecipanti garantiscono che tutte le informazioni, i dati e, più in generale, ogni altro materiale fornito agli Organizzatori nella presentazione della candidatura e/o in qualsiasi altra fase della Call, sono accurate, corrette, veritiere e complete.

I Partecipanti si assumono quindi la piena ed esclusiva responsabilità della veridicità della predetta dichiarazione.

 

Efficacia

Le obbligazioni contenute nel Regolamento avranno efficacia a partire dalla presentazione della candidatura e rimarranno in vigore fino al termine della Call, salvo quanto indicato nel paragrafo “Garanzie e manleve”, ultimo capoverso, del presente Regolamento.

 

Foro competente

Qualunque controversia che dovesse sorgere in relazione al Regolamento, incluse le controversie relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione, cessazione o adempimento, saranno di esclusiva competenza del Foro di Roma, ogni altro Foro concorrente escluso.

 

DISCLAIMER

Il Partecipante prende atto che la partecipazione alla Call non è vincolante per gli Organizzatori, e in particolare per MVA, e sarà sottoposta ad analisi e valutazioni di fattibilità da parte del Team di Accelerazione di MVA e degli Organizzatori. Pertanto, gli Organizzatori non assumono alcun impegno nei confronti del Partecipante in relazione alla propria candidatura alla Call. Il Partecipante si impegna ad accettare incondizionatamente qualsiasi decisione assunta dal Team di Accelerazione e dagli Organizzatori in relazione alla Procedura di valutazione dei Progetti. Gli eventuali impegni tra il Partecipante e gli Organizzatori, in particolare MVA, potranno essere assunti esclusivamente attraverso la stipula di specifiche pattuizioni, come previsto dal presente Regolamento con riferimento alle procedure di accesso ai Programmi di Pre-Accelerazione e Accelerazione.

Gli Organizzatori non assumono alcun obbligo in merito alla riservatezza e/o diffusione dei contenuti coperti da diritti di proprietà industriale, ovvero tutti i brevetti, modelli ornamentali e di utilità, le invenzioni industriali (brevettate e non brevettate), i marchi (registrati o non registrati), le domande ad essi relative, i nomi, i domini internet, i segreti industriali e commerciali, le informazioni proprietarie o confidenziali, il know-how, la tecnologia, i processi e le formule, gli elenchi dei clienti e dei fornitori, i diritti d’autore (sia morali che di sfruttamento  economico), i copyright e tutta la documentazione pertinente a quanto sopra (di seguito, “Contenuti IP”), che saranno condivisi dai Partecipanti per le finalità della Call. I Contenuti IP, pertanto, potranno essere diffusi a soggetti terzi, in particolare le Corporate Partners, ai fini dell’esecuzione delle attività inerenti il processo di valutazione e selezione dei Progetti, delle attività necessarie a verificare le ipotesi di co-investimento o contributo, in qualsiasi modalità, allo sviluppo, commercializzazione e utilizzazione economica dei Progetti, e, più in generale, di tutte le attività connesse con la domanda di partecipazione alla Call. Di conseguenza, gli Organizzatori non potranno essere ritenuti responsabili dell’eventuale utilizzo da parte di terzi dei Contenuti IP e di eventuali danni che dovessero derivare all’utente.

Il Partecipante ha compreso che la Call è lanciata e gestita esclusivamente dagli Organizzatori e che nell’ambito della presente iniziativa Enel S.p.A. mette a disposizione la piattaforma Open Innovability (openinnovability.enel.com) con l’unica finalità di promuovere l’iniziativa. È esclusa pertanto qualsiasi responsabilità di Enel S.p.A., a qualsiasi titolo, in relazione alla presente Call.

 

Marzotto Venture Accelerator S.r.l. - registered offices in Via Antonio Salandra 13, 00187 Rome 00187 Roma - P.IVA: 14041381006
info@marzottoventure.com